La nuova frontiera dell’asfalto è il fotovoltaico. Sì, sembra strano ma già in America è in fase di sperimentazione un asfalto speciale in grado di produrre energia elettrica adeguata a alimentare le piazzole di sosta, le aree di sosta dei camper, le colonnine di ricarica di energia elettrica. Insomma una vera rivoluzione nel mondo dell’energia che potrebbe portare molti vantaggi.

Ma vediamo come funziona questo asfalto, quanto costa e soprattutto se arriverà anche in Italia.

Gli ingegneri statunitensi hanno sperimentato dei pannelli solari di notevoli dimensioni ricoperti da una miscela di vetro in grado di imitare in tutto e per tutto l’aderenza offerta dal normale asfalto. Inoltre i pannelli sono equipaggiati con luci a led in grado di riprodurre la segnaletica stradale andando a migliorare la sicurezza sia di giorno che di notte. Inoltre questo speciale asfalto sembra sia in grado di durare fino a tre volte di più rispetto a quello tradizionale, permettendo di ammortizzarne i costi. Infatti l’asfalto fotovoltaico costa fino al triplo del normale asfalto, ma oltre a durare il triplo produce anche energia elettrica.

E casa succede di notte? Questo sistema prevede l’inserimento a lato strada delle batterie con la funzione di accumulatore tramite un cavo protetto dalla pioggia ma di facile accesso per un qualsiasi manutentore in modo tale da poter sfruttare l’energia elettrica prodotta anche durante la notte. Questo accorgimento però può avere risvolti negativi dal punto di vista ambientale e quindi nel prototipo che è stato installato sull’autostrada dell’Ohio non sono state installate.

E in Italia? Sembra che anche la nostra nazione, dietro direttive europee si stia informando riguardo a questo tipo di asfalto… vi terremo aggiornati!

 

Photo Credit