La domotica fa passi da gigante ogni giorno. Ci siamo appena abituati a chiudere tutte le tapparelle di casa premendo semplicemente un bottone, che ecco arrivare una nuova tecnologia: la possibilità di regolare i termosifoni direttamente dallo smartphone! E non solo: è possibile anche controllare in tempo reale i consumi, anche se siamo dall’altra parte della città, per massimizzare il risparmio energetico.

L’invenzione è tutta italiana e arriva fresca fresca dal Politecnico di Torino grazie ai fisici della Start-up Ingenia che ha collaborato insieme ad altre nazioni (tra cui Regno Unito e Olanda) al progetto europeo EcoThermo.

Fino ad oggi siamo abituati a regolare i termosifoni attraverso valvole termostatiche applicate all’apparecchio stesso, ma grazie a questa innovazione saremo capaci di farlo da remoto. Il tutto si basa sui soft sensor, sensori compatti che vengono installati al termosifone e riescono a trasformare ogni apparecchio in una stazione a se stante capace anche di fornire analisi sul consumo energetico. Rispetto al sistema a cui siamo abituati è molto più affidabile perché fornisce informazioni in tempo reale considerando tutte le variabili atte a calcolare il consumo energetico. Tutto questo sistema è poi collegato ad una rete wireless che accoglie i dati emendati dai sensori e li spedisce, all’occorrenza, allo smartphone. Tutto il processo sarà certificato e si potrà comandare l’impianto di riscaldamento attraverso lo smartphone e una semplice App.

Queste le parole di Massimo Inguscio presidente di Inrim: “L’originalità di EcoThermo consiste nell’aver creato un sistema adatto anche agli impianti termoidraulici realizzati negli anni passati con tecniche e materiali non vantaggiosi dal punto di vista energetico. È questa la fetta di mercato cui guarda EcoThermo e che comprende l’80% degli impianti oggi in esercizio in Europa. Un business importante in cui l’Italia può giocare un ruolo decisivo”.

Noi siamo pronti al cambiamento… o no?

 

Photo Credit

 

ARTICOLI CORRELATI: