Arrivano sul mercato le finestre intelligenti composte da due materiali diversi entrambi molto conduttivi: nano cristalli di ossido di indio e stagno e matrice vetrosa di ossido di nobio.

Materiali che consentono al vetro di bloccare la luce e il calore con un unico scopo: migliorare l’efficienza energetica della casa.

Finestre intelligenti: come funzionano

All’interno dei vetri sono posizionati i nano cristalli su due diversi strati, i quali hanno facoltà di muoversi uno indipendentemente dall’altro grazie ad un impulso elettrico. Quando la finestra è in posizione di “riposo” i cristalli risultano trasparenti. A seconda dello strato che si decide di attivare si hanno risultati diversi: attivando il primo strato si ottiene il blocco dei raggi infrarossi e quindi una schermatura per il calore. Utile in estate quando il sole a picco scalda i vetri facendo entrare calore in casa. Utile anche perché aiuta a ridurre i costi dell’impianto di condizionamento garantendo un buon risparmio energetico ed economico. Attivando il secondo strato si ottiene invece una schermatura solo alla luce e il vetro diventa opaco. Perfetto in inverno quando non si vuol rinunciare al calore del sole, ma si vuole schermare il riverbero della luce.

Finestre intelligenti: vantaggi

Usare le finestre intelligenti riduce il costo in bolletta sia in estate che in inverno perché consente di sfruttare al massimo le condizioni atmosferiche. In inverno quando il sole è basso e diventa fastidioso non si dovrà più rinunciare al calore del sole, ma solo alla sua luce e vedrete che potrete risparmiare non poco sulla bolletta del gas. Inoltre si può risparmiare nella bolletta elettrica soprattutto in estate quando si cerca riparo dal sole e di evitare che entri in casa con conseguente chiusura delle persiane o degli avvolgibili, costringendo spesso ad accendere la luce elettrica.
Il progetto è a buon punto e sembra che dagli Stati Uniti finalmente possano arrivare anche nel nostro paese finestre intelligenti a basso costo.

Photo Credit